cosa vedere a Jerez de la frontera

Cosa vedere a Jerez de la Frontera

  • Jerez de La Frontera
5,0

Riassunto

Cosa vedere a Jerez de la Frontera? Ecco tutto quello che bisogna sapere sul capoluogo andaluso.

Siete in partenza per la Spagna e la vostra destinazione è Jerez de la Frontera? Ecco tutti i consigli utili su cosa visitare, dove andare e come organizzare un soggiorno indimenticabile. Segnate tutti i nostri consigli e saprete esattamente cosa vedere a Jerez de la Frontera.

Jerez de la Frontera: la storia

Per chi non lo sapesse, dato che la città è di certo meno nota di altre, Jerez de la Frontera si trova in Andalusia e ne è uno dei centri principali. Sebbene in molti pensino che il centro propulsore della zona sia Siviglia, anche questa cittadina non scherza e, anzi, è considerata a pieno titolo la culla del flamenco, dato che qui si trovano le migliori scuole, con la maggiore tradizione alle spalle. Inoltre, Jerez de la Frontera è famosa anche per il circuito motociclistico di Moto GP dove ogni anno corrono i piloti più famosi.

Storia Jerez: la culla del flamenco

Ma non c’è solo il flamenco a Jerez, perché si tratta di una realtà multi-sfaccettata che va scoperta in ogni sua singola parte. La formazione della città risale a ben prima del Medioevo, ma Jerez a quell’epoca si chiamava Xera: siamo nell’epoca fenicia e questo dimostra un’origine molto remota. Furono proprio i fenici a dare importanza a questa città che, oggi come oggi, si presenta come un centro attivo dell’Andalusia, che conserva in sé bellezze molto antiche e tradizioni. La città è anche famosa per il Triangolo dello Sherry, iil famoso vino andaluso che è possibile assaggiare e degustare all’interno delle varie bodegas. Uno spettacolo da non perdere per chi arriva in questa zona e vuole conoscerne l’aspetto più vero e profondo, quindi cosa vedere a Jerez?

Cosa vedere a Jerez de La Frontera?

Jerez de la FronteraPer visitare la città ci vogliono circa 2 giorni e quindi anche un weekend va benissimo. Il monumento più importante è di certo un’antica fortezza risalente al periodo che va tra l’XI e il XII, testimonianza di un’epoca definita almohade. Stiamo parlando della bellissima fortezza Alcazar, una delle meglio conservate del suo genere insieme all’Alcazar di Siviglia e l’Alhambra di Granada.

Entrando al suo interno, si trova il Patio de Armas, con la mezquita, ossia un’antica moschea che, nel 1264 Alfonso X fece trasformare in una bellissima cappella. Molto belli anche i giardini della fortezza, che sono un vero e proprio spettacolo di architettura. Si tratta di un monumento di ispirazione araba, con una torre ottagonale e dei bagni molto sontuosi.  Se siete in città non ve lo potete perdere assolutamente.

Anche Palacio Villavicencio è una meta imperdibile di Jerez. Costruito sui resti di un monumento islamico, oggi è uno dei simboli della città, così come la Catedral de San Salvador, che racchiude in sé tantissimi stili, dal gotico al neoclassico e il barocco. La Cattedrale de San Salvador si trova nella Plaza de La Encarnación, un edificio che domina la zona, al suo interno consigliamo assolutamente di non perdere il patio moresco.

L’area compresa tra Plaza de la Asuncion, Plaza del Arenal, Plaza Estévez, oltre a essere molto bella da vedere per le tante bellezze artistiche e i monumenti, è anche centro della movida di Jerez. Qui si trovano, infatti, i bar più alla moda e più frequentati, nonché i ristoranti e i negozi.

In zona, inoltre, c’è anche il municipio del ‘500, ossia l’Antiguo Cabildo, che si trova nei pressi della Iglesia de San Dionisio e degli Hammam Andalusi. Infine, si trovano anche le maggiori scuole di flamenco e le botteghe di sherry, che sono dei simboli di Jerez. In città si trovano circa 20 antiche bodegas, che producono questo vino liquoroso molto buono e molto famoso in tutta l’Andalusia e non solo. Un vero e proprio gioiello da non perdersi se si visita questa zona della Spagna.

Il centro storico è quindi uno dei posti da vedere a Jerez de La Frontera, con la fantastica Plaza Arenal. Da non perdere in città il Museo del Tiempo, soprattutto se avete la passione per gli orologi, qui potete addirittura acquistare un orologio antico ad un prezzo veramente interessante.

Poco distante dal Museo del Tiempo c’è anche la Real Escuela Andaluza dell’Arte Equestre, si tratta di una delle più importanti scuole di equitazione dovuta anche al fatto che il cavallo andaluso più pregiato è possibile trovarlo a Jerez. In questa scuola è possibile assistere ad una serie di spettacoli equestri a ritmo di tempo e musica.

Tra le cose imperdibili in città c’è anche il Barrio di Santiago, ovvero il quartiere lungo il quale è possibile riconoscere le testimonianze dell’arte del luogo legata al mondo del flamenco, tra i monumenti più importanti c’è la statua del Terremoto vicina alla chiesa di Santiago, l’altra a circa 3 minuti nella Plaza de San Juan, qui è anche possibile visitare il Centro Andaluso del Flamenco.

Da non perdere ovviamente la visita del casco antiguo o meglio, il Centro Storico di Jerez, dove è possibile godersi i principali monumenti. Non da escludere il Barrio de Santiago, ovvero il quartiere di Santiago, con la chiesa omonima e il Centro Andaluz del Flamenco.

Tour Bodegas Sherry Jerez: consigli

Se vi resta qualche giorno, oppure un pomeriggio a Jerez, allora è il caso di pensare di effettuare un tour dello sherry. Vi consigliamo di iniziare dalle Bodegas di Gonzalez Byass, Sandeman e Fundador Pedro Domecq, tra le più importanti di tutta la città.

Ecco in dettaglio:

  • Gonzalez Byas: si trova di fianco all’Alcazar, qui è possibile fare delle visite guidate.
  • Fundador Pedro Domecq: si tratta probabilmente di una delle più grandi botteghe di Jerez, si trova in Alameda Cristina.
  • Sandeman: Si tratta di una delle botteghe più conosciute, è possibile visitarla in calle Pizarro 10.

Dove dormire a Jerez de la Frontera

Se siete riusciti ad inserire all’interno del vostro tour dell’Andalusia Jerez de la Frontera allora è il caso di cercare un ottimo alloggio, magari in una posizione strategica per poter effettuare le varie visite senza la preoccupazione dei mezzi. Vi consigliamo di cercare qui sotto il vostro alloggio a Jerez.



Booking.com

Come arrivare a Jerez de La Frontera

Jerez de la Frontera è distante da Siviglia circa un’ora di autobus, è possibile raggiungere la città anche in treno da Siviglia e Cadice. A Jerez c’è anche un aeroporto ben collegato con Londra, da qui potrebbe essere interessante avviare il tour e ripartire dall’aeroporto di Siviglia o Malaga.

By:
Paolo nasce a Milano nel 1979, da 10 anni vive in Andalucia e vuole mettere a disposizione la sua esperienza per i lettori di questo sito che vogliono visitare o vivere in Spagna.
Commenti
1 commento per questo articolo
  1. Roberto febbraio 9, 2016 10:43 pm

    Ciao Paolo, anzitutto ti ringrazio per le informazioni utili che dai a chi vuole visitare l’andalusia.
    Con alcuni amici vorremmo venire da siviglia a jerez a visitare una cantina di sherry e magari anche il flamenco. Sai consigliarmi in merito?
    Conosci alcune aziende di autotrasporti per organizzare un bus privato per il trasferimento da siviglia e ritorno (siamo in 16 e credo che possiamo ammortizzare il costo)?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.