playa bolonia

Bolonia: la spiaggia d’Andalusia

Bolonia, in Andalusia, è una delle spiagge più belle di tutta la Spagna con sabbia bianca e chilometri di paradiso terrestre. Si tratta di un piccolo villaggio sulla Costa de la Luz, conosciuto poco dagli italiani e dagli europei in genere ed è amato però dalle famiglie spagnole e dai giovani. La playa di Bolonia si trova esattamente di fronte la città marocchina di Tanger, confina con il bosco de La Plata, quello della Higueira e con la collinetta di San Bartolomé.

Playa di Bolonia, Spagna

La lunghezza della spiaggia di Bolonia, o playa de Bolonia, è di 3,8 chilometri ed è completamente incontaminata. Famosa, all’estremità settentrionale, una duna di sabbia che è tra le più grandi di tutta Europa: 30 metri e 200 metri di lunghezza che arriva fino alla pineta di Punto Camarinal.

E’ uno dei posti favoriti da parte degli spagnoli per trascorrere le proprie vacanze, si tratta di un vero e proprio paradiso terrestre. L’unico problema si presenta quando c’è vento, che diventa insopportabile stare in spiaggia.

Le rovine di Bolonia: Baelo Claudia

bolonia baelo claudia

La fama di Bolonia non si ferma solo ai 4 km di spiaggia dorata, ma anche alle rovine romane della città di Baelo Claudia con tanto di teatro romano e foro. Infatti, la località è uno dei siti archeologici più importanti di tutta l’Andalusia. Tutte le rovine si trovano in uno stato eccellente di conservazione, pensando che la città di Baelo Claudia fu fondata in principio dai Fenici nel secolo II a.C., fu un importante porto marittimo e punto di connessione con l’Africa. Nel 1917 un archeologo francese scopri il sito archeologico e nel 2013 alcuni studenti dell’Università di Cadiz scoprirono il “Garum”, vale a dire una particolare forma di pesca del tonno che era esportato in tutto l’impero romano.

Le rovine ad oggi hanno un centro di accoglienza turistica e un museo gratuito da poter visitare ogni giorno, tranne il lunedì.

Duna di Bolonia: a protezione dell’ambiente

Ad est, nel settore settentrionale troviamo la Duna di Bolonia, si tratta di un monumento naturale dichiarato nel 2001 di grande importanza ecologica per la Costa de la Luz. Si tratta di un sistema di dune completamente, e tremendamente, mobile, che impedisce di forma naturale la nascita di flora naturale, tranne l’ammophilia.  Il naturale avanzamento della sabbia uccide i boschi ed i pini, ma attualmente non è stato impedita questa forma di “naturalizzazione del territorio”.

Come raggiungere Bolonia

Raggiungere Bolonia non è complicato bisogna percorrere la N340 che si dirige verso Tarifa, successivamente prendere la direzione del villaggio “El Lentiscali”, che è raggiungibile solo attraverso una strada panoramica che si affaccia sulla baia della Costa de La Luz. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore da Siviglia e 2 ore da Malaga.

E’ possibile raggiungere la Playa di Bolonia anche in autobus e questi sono gli orari:

Tarifa – Siviglia: 08:30; 12:30; 16:00; 17:00
Siviglia – Tarifa: 09:30; 14:00; 17:30; 20:00. Prezzo: 18,95€

Tarifa – Jerez de la Frontera: 12:30
Jerez de la Frontera – Tarifa: 21:20. Prezzo: 10,01€

Tarifa – Cádiz: 08:00; 11:30; 14:45; 16:00; 19:45; 21:00
Cádiz – Tarifa: 07:00; 09:00; 10:15; 11:15; 14:00; 15:30; 16:30; 20:15. Prezzo: 9,41€

Tarifa – Málaga: 08:45; 15:45; 21:45
Málaga – Tarifa: 07:30; 13:30.
Prezzo: 16,43€

Da Tarifa è possibile prendere un altro autobus per raggiungere la Playa di Bolonia, in alternativa è più comodo noleggiare un auto.

By:
Paolo nasce a Milano nel 1979, da 10 anni vive in Andalucia e vuole mettere a disposizione la sua esperienza per i lettori di questo sito che vogliono visitare o vivere in Spagna.
Commenta per primo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *