mezquita cordoba

Mezquita Cordoba: orari e prezzo biglietto

La Mezquita di Cordoba è uno dei monumenti più importanti della città, lasciata in eredità dal periodo musulmano. La struttura, trasformata poi in una specie di moschea/cattedrale è una costruzione musulmana con l’aggiunta di stili del periodo rinascimentale, gotico e barocco. L’edificio fu costruito da Abderraman I, dove prima sorgeva la Basilica di San Vincente risalente al periodo visigota, successivamente fu ampliata dai successivi regnanti.

Non si tratta di un semplice monumento, ma di un vero e proprio luogo sacro da visitare perché a suo interno concentra l’energia ed i trascorsi storici di due grandi religioni. Se siete in Andalusia, la Mezquita di Cordoba è uno dei posti da aggiungere alla lista.

Mezquita Cordoba: costruzione e storia

La moschea di Cordoba fu costruita nel 785 d.C., era inizialmente costruita in 11 navate con capitelli in stile romano e visigoti, all’interno il cortile degli Aranci. Lo stile adottato per la costruzione degli archi fu quello ogivale, questo fu adottato poi come simbolo dell’architettura musulmana. Dopo la morte del sultano Abderraman I, al quale si attribuisce la costruzione della mezquita di Cordoba, il figlio Hixen I fece costruire il primo minareto della struttura con pianta quadrangolare.

moschea cordobaLa prima modifica della moschea fu però attribuita ad Abderman II, intorno al 821 il sovrano decise di ampliare la sala dell’orazione costruendo l’attuale Puerta di San Esteban, in pieno stile cordobese e visigota. Fu il successivo sovrano, nel X secolo a ampliare ancora la Mezquita di Cordoba ed a costruire un secondo minareto. Gli archi della struttura furono rinforzati e alla moschea furono aggiunti 12 nuovi elementi, avvicinandola addirittura al fiume Guadalquivir.

Nel 987 d.C. fu realizzata la terza e ultimo ampliamento della moschea-cattedrale di Cordoba, con un l’aggiunta di 8 navate.

La particolarità della struttura è sicuramente la cattedrale presente all’interno, infatti proprio al centro della Mezquita troviamo un santuario cristiano costruito su commissione del Vescovo del Duomo.

La curiosità è che Carlo V non apprezzò affatto le modifiche affermando che erano riusciti a rovinare una grande opera d’arte, trasformandola in qualcosa che era facile da trovare. La costruzione di una cattedrale all’interno della Moschea è sicuramente il simbolo della vittoria del Cristianesimo sull’Islam nella regione andalusa, che offre tantissimi monumenti che hanno avuto una storia simile come la Giralda di Siviglia.

La Moschea inoltre presenta il muro del pianto che non punta verso La Mecca.

I musulmani, nel sesto secolo, all’interno della Basilica Visgota fecero convivere le due religione, infatti al suo interno c’erano funzioni cristiane e musulmane fino a quando la comunità araba crebbe e Adb al- Rahman la trasformò completamente nella moschea.

Particolarità della Mezquita di Cordoba

mezquita cordoba

Negli anni la Mezquita ha avuto moltissimi cambiamenti, la città di Cordoba si è ritrovata con un edificio che si è convertito poi nel simbolo della città. Il Patio de los Naranjos, o in italiano il patio degli aranci è possibile ammirarlo dopo aver attraversato la Porta del Perdono, qui era il posto dove i fedeli andavano a pregare in solitudine, questo spazio fu utilizzato anche per dare lezioni universitarie e svolgere attività pubbliche a sfondo religioso e amministrativo.

Una delle particolarità della Mezquita di Cordoba è il fatto che ci sono circa 850 colonne di marmo e granito, queste si aprono a ventaglio nella sala. All’interno della struttura è anche possibile ammirare la qibla, ovvero il muro che è però non è orientato verso la Mecca, era qui che quando fu costruita la Moschea ( e fin quando fu musulmana) che venivano a pregare i fedeli. Incredibile è anche la Mihrab, si tratta di una nicchia che custodisce il Corano, il libro sacro dell’Islam.

Con la riconquista dell’Andalucia da parte degli spagnoli, la Mezquita ebbe alcune trasformazioni a sfondo religioso con la costruzione di diverse cappelle cristiane come la Cappella Villaviciosa (o Lucernario)la Cappella Real.

Nel 2014 la Moschea di Cordoba fu dichiarata patrimonio dell’Unesco, oltre ad essere patrimonio nazionale dal 1882.

Cosa vedere nella Mezquita di Cordoba?

Come abbiamo visto le testimonianze storiche che la moschea riporta sono veramente tantissime, al suo interno quello che non bisogna assolutamente perdersi è ammirare il contrasto tra la religione musulmana e quella cristiana: stili che convivono perfettamente tra di loro.

Non dimenticate di passeggiare tra le colonne, e visitare il fantastico Patio de los Naranjos. La Mezquita di Cordoba vanta ben 23.400 metri quadrati di storia, 19 navate e 856 colonne.

Minareto e Mihrab

All’interno della Moschea è possibile visitare il minareto, alto ben 48 metri e che con gli anni però ha subito una serie di trasformazioni che lo ha portato all’aspetto di oggi. Attualmente è un campanile, ampliato e trasformato da 22 metri (iniziali) fino ai 48 metri di oggi.

Le visite sono aperte ogni giorno dal 2014, potete ammirare dalla sua cima la fantastica città di Cordoba.

Il Mihrab è invece una parete / nicchia dove i fedeli musulmani si fermavano a pregare in quanto punta a La Mecca. In realtà, secondo la legenda il muro punta a Damasco, dopo che Abd Al-Rahman fu mandato via dalla sua città.

Patio de los Naranjos Cordoba

All’interno della cattedrale della città è possibile visitare il patio, o cortile, degli aranci con palme, cipressi e ovviamente gli alberi d’arancio dal quale prende il nome. Qui emerge lo stile andaluso, è qui che i fedeli pregavano in solitaria, ma non solo perché storicamente il Patio de los Naranjos era un luogo di incontro, insegnamento e per le attività religiose della città.

La Cattedrale interna di Cordoba

Nel cuore della moschea fu costruita l’attuale cattedrale di Cordoba, precisamente nel 1523 a seguito della reconquista. All’interno della Cattedrale è possibile ammirare la Cappella Maggiore con stile barocco, rendendola unica in tutti gli aspetti.

Molti storici affermano che questa modifica importante segna la vittoria del Cristianesimo sull’Islam, ma Carlo V afferma che era stato distrutto un capolavoro dell’umanità.

Visita Moschea Cordoba e cattedrale Cordoba: cosa vedere

Moschea di Cordoba visita
Moschea di Cordoba, Andalusia.

E’ possibile visitare la Moschea di Cordoba da Aprile a Giugno dalle 10 alle 19.30, all’interno è possibile assistere alla messa cristiana alle 10.30 e alle 12.00.

Da Marzo ad Ottobre è possibile visitare il monumento dalle 10 alle 19 dal lunedì al sabato, mentre la domenica saranno osservati i seguenti orari: 8.30 – 10.30 e dalle 14.00 alle 19.00.

Tra novembre e febbraio gli orari variano dalle 10 alle 18 dal lunedì al sabato, mentre la domenica saranno osservati gli orari dalle 8.30 alle 10.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

Il prezzo del biglietto per la Mezquita di Cordoba è di 10 euro per gli adulti, 5 euro per i bambini. Per i bambini inferiori a 10 anni l’ingresso è totalmente gratuito.

Ingresso Gratis per tutti da lunedi a sabato dalle 8.30 alle 9.30. 

Ecco gli orari in breve:

  • marzo-ottobre:
    • Lun – Sab 10.00 – 19.00
    • Domenica – Festivi : 8.30 – 11.30  e 15.00 – 19.00
  • Novembre – febbraio
    • Lun – Sab 10.00 – 18.00
    • Domenica – Festivi : 8.30 – 11.30  e 15.00 – 18.00

Il costo del biglietto del minareto / campanile è di 2 euro aggiunto.

Potete acquistare il biglietto della Moschea di Cordoba con tour guidato o meno attraverso questo portale permettendovi di evitare la fila. 

Mezquita visita notturna

Durante alcuni periodi è possibile ammirare la Mezquita con una visita guidata di notte, il biglietto costa 18 euro (ridotto 9) e potete acquistarlo alla biglietteria oppure acquistarlo in anticipo (assicurandovi l’entrata) qui sul sito ufficiale.

Come arrivare alla Mezquita di Cordoba?

Per arrivare alla Mezquita di Cordoba è molto semplice, intanto è bene sapere che è possibile arrivare in auto, ma è complicato in quanto la strada è totalmente chiusa ai non residenti. A piedi è facile da raggiungere e si trova a Calle Cardenal Herrero n°1, vi alleghiamo la mappa per poter arrivare senza problemi a destinazione.

In ogni caso è possibile vedere la Moschea da quasi tutti i punti della città.

E’ possibile utilizzare i mezzi pubblici in assoluta semplicità, in alternativa vi basterà passare il ponte romano dal quale potrete vedere la torre dalla Mezquita di Cordoba. La cattedrale di Cordoba è uno dei punti più importanti della città ed è assolutamente da non perdere.

By:
Paolo nasce a Milano nel 1979, da 10 anni vive in Andalucia e vuole mettere a disposizione la sua esperienza per i lettori di questo sito che vogliono visitare o vivere in Spagna.
Commenti
Commenta per primo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.