Home » Granada » Biglietti Ahambra Granada: orari, biglietto Alhambra con prenotazione
Patio dei Leoni Alhambra

Biglietti Ahambra Granada: orari, biglietto Alhambra con prenotazione

by Paolo

Una delle cose da vedere a Granada è sicuramente l’Alhambra, si tratta di una fortezza araba che è stata costruita su una piccola collinetta, il cui nome in arabo significa “La Rossa”, soprannome dato per via della colorazione della muraglia, ad oggi è il simbolo della città di Granada.

La struttura è di proprietà dello Stato ed è sede del Parador di Granada, si tratta di una catena di hotel di lusso che vengono gestiti dallo stato spagnolo e che sono costruiti solamente in palazzi di grande importanza storica.

L’Alhambra di Granada, come giá detto, si trova in cima ad una collina che prende il nome di La Sabika, insieme al quartiere Albaicín e i giardini di Generalife è stata dichiarata patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco. 

Alhambra di Granada: cosa vedere assolutamente

alhambra granada

L’Alhambra di Granada è caratterizzata da alte mura rossicce, decorate finemente durante la conquista degli arabi e in pieno stile islamico e mudejar. La fortezza è uno dei monumenti più importanti di tutta la regione Andalusia insieme alla Giralda di Siviglia. Più che una fortezza, l’Alhambra, è come una piccola cittadella murata, al suo interno ci sono altri edifici e stanze di grande importanza per la città.

Le zone più importanti dell’Alhambra

  • Alcazaba: si tratta della zona militare antica della città, è anche la parte più antica dell’intero complesso architettonico. Durante gli anni perse l’importanza di edificio militare e furono costruiti al suo interno dei giardini spettacolari, la Torre della Vela, la Torre del Homenaje, quella della Quebrada e Adarguero. Qui è dove furono innalzate le bandiere della reconquista nel 1492.
  • Palazzi Nazaries: si tratta di due palazzi all’interno dell’Alhambra di Granada, ovvero il Palazzo dei leoni e delle comares, avevano una funzione principalmente amministrativa. Si tratta di uno dei palazzi arabi più belli di tutta Europa.
  • Patio del Mexuar (Cuarto dorado): si tratta dell’entrata ufficiale del palazzo rivista per la regina Isabella. Da qui è possibile accedere al Cuarto Dorado e ammirare l’ingresso del Palacio de Comares riconoscibile per via delle piastrelle e gli stucchi.
  • Sala della Barca: si tratta di una sala usata come sala di cerimonie per eventi importanti di corte.
  • Patio de la Alberca: la parte centrale della fortezza dove crescono i mirti.
  • Salone de Comares o degli ambasciatori : si tratta della stanza più grande di tutta l’Alhambra, questa veniva utilizzata principalmente per riunioni tra il sultano e gli ambasciatori.
  • Patio dei leoni: fu costruito nel 1377, si tratta di un cortile con pianta rettangolare con al centro la fonte dei leoni, presenta ben 124 colonne. Questo palazzo fu costruito da Mohammed V e ospitava quello che era l’harem reale. Nel centro del patio è possibile vedere a bellissima fontana in marmo con 12 leoni. Secondo gli esperti questo palazzo rappresenta quello che è il paradiso islamico e da qui è possibile accedere a quattro sale: Sala de los Abencerrajes, la Sala de los Reyes, la Sala de Dos Hermanas e la Sala de los Ajimeces.
  • Stanza del sultano (Sala de los Abencerrajes): è una stanza priva di finestre, era la stanza privata del Sultano.
  • Sala dei re: si tratta della sala più grande dell’Harem, viene chiamata così per via delle pitture che decorano il tetto di questa stanza.
  • Sala delle due sorelle: si tratta di una delle stanze più belle del palazzo, assolutamente da vedere.
  • Stanza dell’imperatore: si tratta di una stanza che fu costruita per far alloggiare il re Carlo V durante le sue visite alla città di Granada, insieme a questa stanza fu costruito la toilette della regina e un nuovo cortile che prende il nome di patio dei cipressi.
  • Palazzo di Carlo V: si tratta di un vero e proprio palazzo fatto costruire dal re Carlo V dopo la riconquista del sultanato di Granada, era la sua residenza ufficiale. Su tratta di un maestoso palazzo risalente al 1527 dell’architetto Pedro Machuca, di Toledo. Questo palazzo non è mai stato completato, all’interno è possibile ammirare un cortile circolare con 32 colonne.

Biglietti e orari Alhambra Granada

Per visitare la fortezza dell’Alhambra di Granada è necessario acquistare un biglietto che ti consentirà di accedere all’intera struttura, compresi i giardini Generalife presenti al suo interno, il tutto senza far fila ed assicurandovi il posto in quanto sono disponibili solamente un determinato numero di biglietti al giorno.

Biglietti Alhambra Online

E’ possibile acquistare i biglietti direttamente alla biglietteria che si trova all’Avenida de los Alixares, oppure potrai acquistare online per evitare di fare una lunga fila, il prezzo è uguale solo risparmierai del tempo. Inoltre ti eviterà di non trovare l’accesso alla struttura per via dell’accesso limitato, conviene quindi acquistare il biglietto dell’Alhambra di Granada con tempo. Se vuoi il biglietto dell’Alhambra puoi trovarlo qui sotto.

Biglietto Alhambra: salta la fila

Qui sotto potrai accedere all’acquisto del biglietto salta la fila, ti consiglio di fare in fretta in quanto i biglietti per l’Alhambra si esauriscono in fretta e potresti rimanere escluso.

I biglietti per l’Alhambra sono gratuiti per coloro che studiano architettura e beni culturali, basterà esibire il tesserino universitario all’entrata, tuttavia è sempre consigliato acquistare con anticipo l’ingresso alla struttura in quanto l’accesso giornaliero è limitato (300 persone ogni 30 minuti è il massimo) .

Per quanto riguarda gli orari dell’Alhambra eccoli qui sotto riportati:

Dal 15 ottobre al 14 Marzo

  • Giorno: 8.30 – 18.00
  • Sera Venerdì e Sabato: 20.00 – 21.30.

Dal 15 Marzo al 14 ottobre

  • Giorno: 8.30 – 20.00
  • Sera da Martedì a Sabato: 22.00 – 23.30 

Alhambra Granada storia

Patio dei Leoni Alhambra

L’Alhambra di Granada fu costruita nel XIII sulla base di una fortezza che già esisteva, fu così inserita all’interno della Medina, vale a dire un complesso fortificato autonomo all’interno della città. Durante gli anni la fortezza rossa ha subito delle trasformazioni ed ampliamenti, fino a raggiungere ben 100.000 mq in totale. Mohamed V e Yusuf costruirono il fantastico Palazzo Nazaries.

Successivamente alla riconquista da parte dei Re Cattolici, Carlo V fece costruire il Palazzo di Carlo V, la moschea all’interno della struttura fu trasformata nella chiesa di Santa Maria e fu costruito anche il Convento di San Francesco. Nel 1870, a seguito di un abbandono, l’Alhambra di Granada fu dichiarata monumento nazionale e fu restaurata dallo Stato Spagnolo.

Ordine di visita dell’Alhambra consigliatomappa alhambra granada

Se state organizzando la visita alla fortezza rossa vi consigliamo di seguire queste indicazioni:

Iniziate dai giardini del Generalife, successivamente proseguite con l’Alcazaba e successivamente sul Palacio Nazaries. Ovviamente se gli orari di visita imposti sul biglietto permettono di visitare per ultimo il Palacio Nazaries, altrimenti consigliamo: Alcazaba – Palacio Nazaries e Generalife.

 

alhambra mappa

Mappa dell’Alhambra di Granada, Andalucia.

Giardini del Generalife

Quando avete raggiunto i giardini siete quasi alla conclusione della vostra visita all’Alhambra, qui potete passeggiare tra i vari sentieri e visitare anche quello che è il Mirador con 5 grandi arcate, un posto veramente incredibile. Vi consiglio di approfondire nel post dedicato ai Giardini di Generalife per organizzare la vostra visita.

Alcazaba Granada

alcazaba alhambra

All’interno della Cittadella dell’Alhambra troviamo la Alcazaba, una fortezza militare della quale però sono sopravvissute solamente alcune parti, come ad esempio la Torre della Vela e quella della Guardia, dalla cima è possibile ammirare una delle più belle viste sulla città. Sulla Torre della Vela, nel 1492 furono piazzate le bandiere dalle Reconquista Spagnola.

Palacio de Nazaries

Proseguite la vostra visita fino al Palacio de Nazaries, uno dei posti più incantevoli dell’Alhambra di Granada. Si tratta di un palazzo Arabo che è composto dagli edifici:

  • Il Mexuar
  • Palacio de Comares (o Yusuf I)
  • Patio de Los Leones

L’elemento comune di tutti questi edifici è l’acqua, elemento importante nella cultura araba.

Mexuar

Si tratta di una stanza risalente al XIV Secolo ed è accessibile dal Palacio de Nazaries, da qui potete raggiungere il Patio del Cuarto Dorado, su questo “cortile” maestoso è possibile accedere al Cuarto Dorado, la Camera d’Oro ed al Palacio de Comares.

Palacio de Comares

L’emiro Yusuf I costruì questo splendido Palazzo che divenne poi la sua residenza, da qui è possibile accedere a quello che è il Patio de los Arrayanes o il Patio dei Mirti dove è presente una delle vasche più incantevoli di tutta la struttura. Il Palacio de Comares presente una Torre, qui è possibile visitare la Sala della Barca e Il Salone de Comares con soffitto in legno che rappresentano i 7 cieli della religione islamica.

Palacio de Los Leones e Patio dei Leoni

patio de los leones alhambra (1)

L’accesso al Palazzo dei Leoni è attraverso il Patio de los Arrayanes, questo edificio fu costruito da Mohammed  V e qui vi era quello che era l’Harem Reale. Al centro del Palazzo troviamo il Patio de Los Leones (patio dei leoni) dove è presente una fontana in marmo con 12 bocche di leoni, proprio da qui il nome del cortile.

Questo palazzo fu costruito per rappresentare il paradiso islamico, da questo patio è possibile accedere alle sale de Los Abencerrajes (qui fu uccisa la famiglia Abencerraj), la sala dei Re, la Sala de Dos Hermanas e la Sala de Los Ajimeces.

La Sala de Los Reyes è ricca di soffitti decorati con cuoio e affreschi, mentre la Sala de Dos Hermanas è dominata da una fontana in marmo e la cupola muqarnas, infine la sala Ajimeces era la stanza favorita da parte dello sceicco.

Palacio Carlos V

Probabilmente si tratta tra le strutture più importanti dell’intera Alhambra, stiamo parlando del Palacio de Carlos V costruito tra il 1527 e mai stato completato. L’architetto era Pedro Machuca di Toledo, la pianta del Palazzo è quadrata ed al suo interno troviamo 32 colonne e due musei. Al piano terra del Palazzo troviamo il Museo dell’Alhambra dove è possibile ammirare manufatti dell’epoca Araba di Granada e Cordoba tra cui il Vaso di Alhambra.

Al piano superiore del Palazzo di Carlo V troviamo il Museo delle Belle Arti con dipinti e collezioni uniche, tra queste spicca La Vergine con il Bambino di Diego de SIloé.

Come arrivare all’Alhambra di Granada?

E’ possibile raggiungere la fortezza e la biglietteria in autobus dalla Plaza Nueva, basterà prendere la linea 30 o 32 che parte ogni 10 minuti circa. E’ possibile ovviamente arrivare all’Alhambra di Granada anche in auto, basterà prendere la circonvallazione a sud seguendo successivamente i cartelli per il parcheggio.

Potete raggiungere l’Alhambra anche a piedi percorrendo la Cuesta de Gomérez fino a raggiungere la Puerta de las Granadas. Se non siete

Informazioni utili per visitare l’Alhambra

L’Alhambra di Granada è una tappa obbligatoria per coloro che visitano la Spagna del Sud. Organizzare una visita all’Alhambra non è di certo una cosa da sottovalutare proprio per questo motivo è bene seguire delle “istruzioni”.

La visita dell’Alhambra dura circa 3-4 ore perché la struttura è veramente amplia. In alcuni casi, se si vuol scoprire ogni angolo della fortezza è necessaria anche tutta la giornata.

Alhambra Biglietti: da dove entrare?

Per coloro che non hanno acquistato ancora il biglietto devono dirigersi all’entrata Cuesta de Gomérez, se invece avete acquistato potrete entrare dalla Puerta de la Justicia.

Considerate che nei periodi di alta stagione l’Alhambra è veramente affollatissima, per preservare la struttura il governo ha imposto una visita massima di 7000 persone al giorno e proprio per questo motivo bisogna recarsi all’Alhambra di mattina presto oppure prenotare l’entrata attraverso internet.

Se siete interessati all visita del Palacios Nazaríes, bisogna sapere che la visita è sottoposta ad orari, la fascia oraria è indicata sul vostro biglietto. 

Vi consigliamo di acquistare il biglietto online per saltare la fila e assicurarvi l’ingresso nei giorni in cui visiterete la città di Granada.

Informazioni Utili Alhambra di Granada

  • Orari: 8.30 – 20.00 tutti i giorni.
Alhambra Granada
Alhambra, monumento patrimonio dell'umanità.
Calle Real de la Alhambra, snc
Granada, Andalucia
18009
ES
Telefono +34958027971

tag: visita alhambra, alhambra spagna, ticket alhambra, patio dei leoni, alhambra biglietti, granada alhambra

  • Alhambra Granada
5,0

Riassunto

L’Alhambra è una dei monumenti più importanti della città di Granada e di tutta l’Andalusia. L’Alhambra di Granada rappresenta una tappa obbligatoria per chi visita il Sud della Spagna.

4 commenti
1

Ti potrebbe interessare anche:

4 commenti

Sandra Aprile 30, 2017 - 5:12 pm

Buongiorno Paolo,
quest’estate sarò in Spagna in un tour con la famiglia. A Granada avrò solo un giorno a disposizione e vorrei visitare l’Alhambra e i giardini Generalife. Ho acquistato i biglietti online come suggerito con audioguida in Italiano.

Rispondi
Paolo Agosto 10, 2020 - 1:14 pm

Perfetto, un’ottima scelta.

Rispondi
Diego Luglio 17, 2019 - 6:40 pm

Buonasera Paolo le chiedo se di base a Siviglia è possibile spostarsi nei dintorni,

Rispondi
Paolo Agosto 10, 2020 - 1:13 pm

Ciao si, stanno aprendo anche l’alta velocità da Siviglia a Granada. Una buona soluzione per muoversi in treno.

Rispondi

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetto Leggi di più