cosa vedere jaen

Cosa vedere a Jaén

Jaén è una graziosa città andalusa, giovane e piacevole da visitare, con il suo clima tipicamente mediterraneo: situata alle falde del Cerro de Santa Catilina ha sullo sfondo le montagne della Sierra Morena. Si trova in una grande area protetta a sud dell’Andalusia circondata da un mare di uliveti che ne influenzano paesaggio ed enogastronomia.

Jaen: storia della città

Decidere cosa vedere a Jaén in Spagna significa ripercorrere la sua storia. La città dalla sua nascita ha subito varie dominazioni: per prima quella romana, che però l’hanno distrutta quando essa, durante la seconda guerra punica, ha offerto aiuto militare ai cartaginesi, per poi rioccuparla e ricostruirla. Successivamente fu conquistata dagli arabi e ribattezzata “Yayyan”, toponimo che indica un centro delle carovane arabe.

Durante la Ri-conquista fu un importate roccaforte tra il confine cristiano-castigliano e quello musulmano: nel 1942 fu presa definitivamente dai cristiani spagnoli.

Cosa vedere a Jaen

cosa vedere jaen

Tra le varie cose da vedere a Jaen in Spagna ci sono: il Castello di Santa Catalina e la Cattedrale di Santa Iglesia che si ergono sulla città offrendo panorami spettacolari.

Il Castello fu costruito nel XIII secolo durante l’occupazione dei mori e venne fondato su una formazione rocciosa a poco più di 800 metri di altezza. Di grande interesse sono l’imponente mastio, le prigioni, la cappella di Santa Catalina, la piazza d’armi e le torri tra cui la rettangolare torre homenaje, alta 40 metri, dalla quale si può godere di una vista spettacolare sulla città.

La Cattedrale è stata realizzata a cavallo tra il 1500 e il 1600, la sua architettura con elementi in stile gotico, barocco e rinascimentale la rendono uno dei principali monumenti di Jaén e uno degli edifici rinascimentali più belli. Sulla facciata maestosa si aprono tre porte di ingresso: la porta dei fedeli, del perdono e del clero. All’interno si trova l’immagine di Abuelo e, in una delle decine di cappelle, si trova il telo utilizzato dalla Veronica per asciugare il viso di Gesù Cristo.

Tra i dedali delle stradine di Jaén è facile imbattersi nel caratteristico stile mudejar (misto tra l’architettura occidentale e quella araba), in particolare osservando l’arco di San Lorenzo e la dorata Capilla de San Andres.

Immancabile una visita al Palacio de Villardompardo, del XVI secolo, palazzo rinascimentale simbolo della dominazione araba. La facciata è severa e all’interno si trova uno splendido cortile con arcate e varie stanze celate che ospita sia il Museo de artes y costumbres populares, con oggetti propri della cultura popolare, sia il Museo internacional de arte naif.

Palacio de Villardompardo

All’interno del palazzo ci sono anche i bagni arabi, che risalgono al XI secolo e sono tra i più estesi dell’Andalusia e sono stati recuperati splendidamente c’è una stanza con un pavimento trasparente che mostra i reperti archeologici rinvenuti.

Vi si trovano poi 4 camere tra cui l’ingresso, la camera fredda, la camera tiepida e la camera calda, tutte collegate da tipici archi a ferro di cavallo. Le lanterne a forma di stella offrono una atmosfera orientale d’ altri tempi.

Luogo ideale per rilassarsi e godersi Jaén è Plaza de la Costitucion, cuore pulsante della città e definita “la piazza delle palme”. E’ ricca di negozi e ristoranti dove gustare le tapas, l’ajilimoje (salsa a base di patate, aceto, peperoncino e olio), e il gazpacho cachorenno .

Allontanandosi un poco dalla piazza si trova l’antico e caratteristico quartiere di Ildefonso, con giardini e piazze. Qui è situato il secondo luogo di culto della città, la gotica Basilica de san Ildefonso del XIV-XV secolo, anch’essa ha tre portali: uno gotico con un mosaico che riproduce l’apparizione della Vergine, uno rinascimentale, opera di Vandelvira, e uno neoclassico del XVIII secolo.

Come arrivare a Jaen, in Spagna


Jaen è connessa a tutte le principali città dell’Andalusia. La stazione degli autobus si trova nei pressi della Plaza de la Constitucion. Il modo più semplice per arrivare a Jaén è sicuramente dall’aeroporto di Granada, infatti la cittadina dista solamente 100 km e quindi è facilmente percorribile, anche perché ci sono degli autobus che partono con frequenza.

La stazione ferroviaria di Jaen collega la città con Siviglia, Cordoba e la capitale spagnola Madrid (in sole 4 ore di viaggio).

L’aeroporto di Siviglia dista più di 250 chilometri, sebbene possa essere una soluzione è bene optare per Granada che è più vicina, se vi muovete dalla capitale andalusa allora potete prendere un autobus da Plaza de Armas con un tempo di percorrenza superiore a 3h, in alternativa tramite la stazione ferroviaria.

By:
Paolo nasce a Milano nel 1979, da 10 anni vive in Andalucia e vuole mettere a disposizione la sua esperienza per i lettori di questo sito che vogliono visitare o vivere in Spagna.
There are 2 comments for this article
  1. Antonella aprile 11, 2016 9:46 pm

    Bellissimo! sono stata in Erasmus a Jaén da gennaio 2015 a giugno 2015. Esperienza più bella della mia vita.

    • Paolo aprile 17, 2016 7:14 pm

      Grazie per il commento Antonella 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *