Marbella: cosa vedere in città?

Marbella è una città che si trova in Spagna, per la precisione in Andalusia. Si tratta di una cittadina abbastanza grande, con i suoi 136.000 abitanti, ed anche molto bella da visitare. E’  una bellissima località di mare che si affaccia sul Mar Mediterraneo e che si trova tra altre due città simbolo della Spagna, ossia Gibilterra e Malaga. Inoltre, poco distante ci sono le località turistiche di Torremolinos e Fuengirola.

Marbella è anche chiamata la Milla de Oro, ovvero il Miglio d’oro, dove registi, attori e personaggi dello spettacolo hanno comprato/costruito la propria casa. A Marbella non mancano le discoteche, soprattutto quelle VIP e spiagge veramente incredibili, ideali per tutte le tipologie di vacanze. La cittadina vanta anche un centro storico arabo bellissimo da visitare.

Questo lascia intendere che si tratta di uno dei centri balneari più rinomati della nazione, anche alla luce del fatto che è il vero centro della Costa del Sol, che da sempre è sinonimo di mare e di divertimento per gli spagnoli e anche per tutti i turisti che, durante il periodo estivo, affollano quelle spiagge.

Proprio per questo motivo, Marbella risulta essere una delle città turisticamente più rilevanti di tutta la nazione, anche grazie alla presenza di diverse strutture ricettive molto importanti e di lunga tradizione.

Cosa vedere a Marbella

marbella cosa vedere

Anche la storia della città dice molto. Essa fu per lungo tempo un possedimento islamico e questo spiega il perché del nome della città. Risalgono a quell’epoca anche le mura che cingono Marbella e il castello.

Il nostro viaggio alla scoperta dei luoghi da non perdersi per alcun motivo, inizia dalla città antica, altresì nota come Casco Antiguo di Marbella, che si trova all’interno delle antiche mura. Questa città vecchia è divisa in due parti che sono, nello specifico, il Barrio Alto, che si sviluppa verso nord, e il Barrio Nuevo, che invece si trova in direzione est. Tra tutte le città della zona, possiamo dire che quella di Marbella è tra quelle che conservano meglio il centro storico, tanto che quest’ultimo si è conservato quasi integro dal XVI secolo.

Casco Antiguo e Plaza de los Naranjos ( il centro di Marbella)

Tra le cose da vedere a Marbella c’è appunto il centro storico della città, ovviamente da visitare a piedi per cogliere l’essenza della città al meglio. Qui potete trovare le mura arabe, vicoli, le famose casette bianche della Costa del Sol e ovviamente i negozi caratteristici.

Qui non ci si deve perdere la Plaza de los Naranjos, il vero centro della città, che è un fulgido esempio di rinascimento castigliano risalente al 1485. Si trovano proprio in questa piazza tutti gli edifici più belli e interessanti della città e la peculiarità che la rende unica sono gli alberi di arancio che le danno anche il nome.

Sempre nella stessa zona c’è anche il municipio della città, in pieno stile rinascimentale, che ha anche degli elementi gotici di tutto rispetto. Da non perdere neanche la Moschea del Re Abdelaziz, la chiesa di Santa Maria dell’Incoronazione, bellissima e barocca, la Capilla de San Juan de Dios, le rovine del castello arabo, l’Hospital Real de la Misericordia.

Per quel che concerne il divertimento, qui si trova di tutto: da locali alla moda a locali sulla spiaggia, da bar a ristoranti, si avrà solo l’imbarazzo della scelta.

Infine da non perdere ci sono anche le spiagge di Marbella, tra le principali attrazioni per i giovani e le famiglie durante il periodo estivo.

Capilla San Juan de Dios : El Hospitalillo

In Calle Misericordia invece è possibile ammirare la Cappilla San Juan de Dios risalente al XVI secolo. Si può apprezzare lo stile rinascimentale, gotico e mudéjar. La cappella prima era un vecchio Ospedale Reale.

Plaza de la Iglesia a Marbella centro

Piazza della Chiesa Marbella

Non molto lontana da Plaza de los Naranjos troviamo la Plaza de la Iglesia, una delle chiese più importanti di Marbella, ovvero la Iglesia de Nuestra Señora de la Encarnación. Non è di certo tra le chiese più grandi, ma al suo interno le statue e il retablo in legno vi lasceranno senza parole.

All’interno della chiesa è possibile visitare le cappelle in stile barocco, l’Altar Mayor restaurato negli ultimi anni. Qui nella piazza della chiesa è possibile anche visitare le rovine della fortezza militare costruita dagli arabi.

Musei a Marbella

Nella città andalusa non mancano i musei, qui è infatti possibile ammirare il Museo del Grabado Español dove al suo interno è possibile ammirare le meraviglie di Picasso, Dalì e Mirò. 

In città c’è anche il Museo del Bonsai, un intero museo dedicato ai Bonsai che non bisogna perdere.

Museo del Grabado Español

Come già accennato una delle cose da vedere a Marbella troviamo il Museo di arte contemporanea dove è possibile ammirare le opere di Picasso (nato a Malaga) e quelle di Mirò e Dalì, oltre a tante altre di indubbia bellezza.

Il museo è aperto tutti i giorni (tranne la domenica) dalle ore 9 alle 14 il lunedì ed il sabato, mentre da martedì a venerdì è possibile visitarlo fino alle ore 19.

Il costo del biglietto del Museo è di 3,00 euro.

Museo del Bonsai

I Bonsai e l’arte giapponese sono preservati all’interno di questo bellissimo museo all’interno del parco Arroyo de la Represa, è possibile visitarlo tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00.

L’orario ha un piccolo cambiamento durante l’inverno con l’apertura dalle 15.15 alle 19.30 tutti i giorni.

Il costo del biglietto è di 4 euro.

Parco Arroyo de la Represa

Abbiamo accennato al Parque Arroyo de la Represa e si tratta sicuramente di una delle cose da non perdere a Marbella, infatti i giardini sono ideali per una bella passeggiata con i bambini piccoli e/o perché no? una bella passeggiata romantica.

All’interno del parco c’è il Puente del Sagrado del Corazón, o meglio il Ponte del Sacro Cuore, molto caratteristico e bello da visitare.

Le spiagge di Marbella

Puerto Banus a Marbella

Da non perdere in città a Marbella sono sicuramente le fantastiche spiagge, oltre 27 km di costa e il fantastico porto turistico di Puerto Banús dove sicuramente non mancano Yacht e auto di lusso.

Potete conoscere di più sulle spiagge nella pagina dedicata alle migliori spiagge di Marbella.

Come arrivare a Marbella

Per arrivare a Marbella consigliamo l’aereo. E’ sufficiente atterrare all’aeroporto di Malaga che è anche il più vicino, ma si può arrivare anche all’Aeroporto di Siviglia, che dista solo tre ore dalla città di Marbella. Entrambi gli aeroporti sono serviti anche da compagnie di volo low cost come Ryanair, Easy Jet, Vueling e molte altre.

Una volta atterrati a Malaga, potete raggiungere Marbella nei seguenti modi:

  • Chiamando un taxi, questi si trovano proprio all’uscita dell’Aeroporto. Si consiglia di chiedere la tariffa prima di salire.
  • Potete optare per un autobus, grazie alla compagnia Avanzabus che permette il collegamento diretto con la città di Marbella, a un costo che varia da 7 a 9 euro.
  • Infine, si può noleggiare un auto, non solo per arrivare a Marbella, ma anche per girare tutta la bellissima Costa del Sol.

Dove dormire a Marbella

Scegliere il posto dove dormire è sicuramente difficile, durante i mesi di giugno, luglio e agosto i prezzi sono molto alti, per evitare di pagare moltissimo è consigliato prenotare con anticipo. Tuttavia trovare la sistemazione non è difficile.

Vi consigliamo di soggiornare in centro se visitate la città nei mesi primaverili e autunnali, mentre vi consigliamo di optare per la costa se scegliete di visitare in estate Marbella. 

A Puerto Banús ci sono numerosi hotel di lusso e tra i più belli della Costa del Sol



Booking.com

  • Marbella
Sending
User Rating 4.5 (2 votes)
By:
Paolo nasce a Milano nel 1979, da 10 anni vive in Andalucia e vuole mettere a disposizione la sua esperienza per i lettori di questo sito che vogliono visitare o vivere in Spagna.
Commenti
Commenta per primo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.